All about Venice

VeniceXplorer Forum

Raccontateci, raccontatevi...
Comitato di Salute Pubblica a Venezia

 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati   ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 
indegno spettacolo....

 
Questo forum è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare gli argomenti.   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum -> OurVenice
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
elbaso
Membro Comitato


Registrato: 04/02/04 11:47
Messaggi: 5090
Residenza: Venezia

MessaggioInviato: Mer Dic 15, 2010 7:56 am    Oggetto: indegno spettacolo.... Rispondi citando

Abbiamo assistito ieri all'ennesimo spettacolino degradante del parlamento
mentre fuori si verificavano assalti a colpi di molotov e di lacrimogeni ....
Mi vengono a dire in tanti " la Serenissima è cosa vecchia ormai" ....
Non è assolutamente cosa vecchia .... la Serenissima è almeno 500 anni
avanti a qualsiasi stato odierno , e 10000 anni avanti a questo paese .....
- Divieto assoluto di formare partiti
- Divieto assoluto di formare maggioranze
- Unico pensiero lo stato , il bene pubblico e l'ambiente
- Nessuna retribuzione ai membri del maggior consiglio
e di tutte le altre cariche pubbliche
- Pene doppie a chi ha incarichi pubblici
- regole ferree per i lavori pubblici e per un commercio leale
che premi la qualità dei lavori e delle merci....
E questo è solo una piccolissima parte di quello che era la Serenissima .
Meditate gente .....meditate ...

elb@so
_________________
Venessiani no se xe per dirito de nascita , bisogna meritarsio ...curando e protegendo el ben comun


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Camillo



Registrato: 03/05/08 13:33
Messaggi: 212
Residenza: Mogliano Veneto

MessaggioInviato: Gio Dic 16, 2010 9:38 pm    Oggetto: Re: indegno spettacolo.... Rispondi citando

elbaso ha scritto:
Abbiamo assistito ieri all'ennesimo spettacolino degradante del parlamento
mentre fuori si verificavano assalti a colpi di molotov e di lacrimogeni ....
Mi vengono a dire in tanti " la Serenissima è cosa vecchia ormai" ....
Non è assolutamente cosa vecchia .... la Serenissima è almeno 500 anni
avanti a qualsiasi stato odierno , e 10000 anni avanti a questo paese .....
- Divieto assoluto di formare partiti
- Divieto assoluto di formare maggioranze
- Unico pensiero lo stato , il bene pubblico e l'ambiente
- Nessuna retribuzione ai membri del maggior consiglio
e di tutte le altre cariche pubbliche
- Pene doppie a chi ha incarichi pubblici
- regole ferree per i lavori pubblici e per un commercio leale
che premi la qualità dei lavori e delle merci....
E questo è solo una piccolissima parte di quello che era la Serenissima .
Meditate gente .....meditate ...

elb@so


questi ai tempi della Serenissima si sarebbero venduti anche ...il piombo dei piombi! Evil or Very Mad
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
elbaso
Membro Comitato


Registrato: 04/02/04 11:47
Messaggi: 5090
Residenza: Venezia

MessaggioInviato: Ven Dic 17, 2010 7:13 am    Oggetto: Rispondi citando

Non avrebbero fatto in tempo .... sarebbero stati puniti severamente

elb@so
_________________
Venessiani no se xe per dirito de nascita , bisogna meritarsio ...curando e protegendo el ben comun


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Camillo



Registrato: 03/05/08 13:33
Messaggi: 212
Residenza: Mogliano Veneto

MessaggioInviato: Ven Dic 17, 2010 12:54 pm    Oggetto: Rispondi citando

Anche 18 anni fa hanno TENTATO di punirli...

il risultato si è visto...

Quanto hanno fatto di VERA galera i vari Poggiolini, Pillitteri, De Lorenzo etc?

Guarda caso erano tutti incompatibili con la detenzione in carcere, come se la cosa avesse importanza per chi è stato truffato, derubato, taglieggiato etc...
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
elbaso
Membro Comitato


Registrato: 04/02/04 11:47
Messaggi: 5090
Residenza: Venezia

MessaggioInviato: Ven Dic 17, 2010 1:07 pm    Oggetto: Rispondi citando

una delle differenze tra ora e i tempi della Serenissima....

elb@so
_________________
Venessiani no se xe per dirito de nascita , bisogna meritarsio ...curando e protegendo el ben comun


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Umberto Sartory
Amministratore


Registrato: 17/06/03 12:05
Messaggi: 4154
Residenza: Venezia

MessaggioInviato: Sab Dic 18, 2010 5:47 am    Oggetto: Rispondi citando

18 anni fa, non si è "tentato di punirli", ma si è riusciti a sostituire un certo numero di irresponsabili e corrotti con altri ancora più irresponsabili più corrotti e meno capaci di tenere nascosti questi difettucci...
_________________
Umberto Sartory
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Camillo



Registrato: 03/05/08 13:33
Messaggi: 212
Residenza: Mogliano Veneto

MessaggioInviato: Sab Dic 18, 2010 9:38 am    Oggetto: Rispondi citando

Umberto Sartory ha scritto:
18 anni fa, non si è "tentato di punirli", ma si è riusciti a sostituire un certo numero di irresponsabili e corrotti con altri ancora più irresponsabili più corrotti e meno capaci di tenere nascosti questi difettucci...


questione di punti di vista...


Quel che so è che un'intera generazione di magistrati è stata fatta passare per una congrega di "cospiratori golpisti" solo per aver applicato la legge.

E ancor oggi, la solfa è la stessa. Evil or Very Mad
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Umberto Sartory
Amministratore


Registrato: 17/06/03 12:05
Messaggi: 4154
Residenza: Venezia

MessaggioInviato: Sab Dic 18, 2010 11:35 am    Oggetto: Rispondi citando

I magistrati non devono occuparsi di politica, tanto meno di partiti. I Magistrati sono dotati di un altissimo e indipendente potere individuale, pertanto non devono associarsi tra loro.

Invece questo è accaduto. in conseguenza di ciò ci troviamo oggi con intere compagini di pseudo magistrati l'una contro l'altra armate, intente non ad amministrare la Giustizia, ma ad abusare il proprio potere nel conflitto partitico.

Quelli che tu ammiri come "moralizzatori", pur falliti, io li carcererei per associazione sovversiva all'interno dello Stato e grave abuso del proprio potere.
_________________
Umberto Sartory
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Camillo



Registrato: 03/05/08 13:33
Messaggi: 212
Residenza: Mogliano Veneto

MessaggioInviato: Sab Dic 18, 2010 1:08 pm    Oggetto: Rispondi citando

Umberto Sartory ha scritto:
I magistrati non devono occuparsi di politica, tanto meno di partiti. I Magistrati sono dotati di un altissimo e indipendente potere individuale, pertanto non devono associarsi tra loro.

Invece questo è accaduto. in conseguenza di ciò ci troviamo oggi con intere compagini di pseudo magistrati l'una contro l'altra armate, intente non ad amministrare la Giustizia, ma ad abusare il proprio potere nel conflitto partitico.

Quelli che tu ammiri come "moralizzatori", pur falliti, io li carcererei per associazione sovversiva all'interno dello Stato e grave abuso del proprio potere.


No, qui mi spiace ma siannmo su rotte diametralmente opposte.

La politica NON è al di sopra della legge e non si deve neppure illudersi di esserlo.

Il compito di un magistrato è giudicare. CHIUNQUE.

Giudicare non è occuparsi di politica solo perchè l'imputato è un politico.

Il giudizio consiste nello stabilire se, in base alle leggi dello Stato, un certo comportamento DOCUMENTATO costituisce o no un reato.

Non è abuso del giudice applicare la legge se c'è.... a differenza dei potenziali imputati, le leggi non le fa o cambia lui a suo piacimento...

Al contrario io punirei chi per quieto vivere NON giudica i potenti e, cosa di prassi sino a vent'anni fa, cavillando lascia dolosamente trascorrere i termini per arrivare all'impunibilità, come faceva platealmente un certo giudice con mafiosi e affini e come fanno da sempre i magistrati più servili verso il potere.

Guarda la Svezia e Assange... QUELLO è un vero abuso di potere ed asservimento della magistratura alla politica, non certo quelli di casa nostra...

Quindi è inutile che ci giriamo attorno...sinora qui nessuno è stato condannato senza prove, al contrario si è fatto (e si fa tuttora) di tutto per evitare di arrivare al suddetto giudizio.

Se invece sostieni che l'abuso consiste nell'indagare su uno e sull'altro invece no, potrei anche essere d'accordo, ma l'impunità per tutti come espressione della "par condicio" non la accetto.

Meglio un solo delinquente in galera che due in libertà.

Questo penso io, poi ognuno è libero di avere le sue idee.
Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Umberto Sartory
Amministratore


Registrato: 17/06/03 12:05
Messaggi: 4154
Residenza: Venezia

MessaggioInviato: Dom Dic 19, 2010 6:53 am    Oggetto: Rispondi citando

Camillo, non era quello il senso del mio discorso.

Penso di avere più volte espresso la mia convinzione che sia inappropriato il titolo di "politici" applicato ai personaggi di cui stiamo parlando, si tratti dei vecchi democristiani-socialisti bersagliati da "mani pulite", che dei più attuali delinquenti che si avvicendano sui banchi del nostro parlamento.

Ergo, lungi da me il pensare che questi o quelli devano essere immuni alla legge.
Ma nemmeno immuni alla legge siano i Magistrati.

Ora io non so quale sia la tua esperienza in merito alle "avanguardie rivoluzionarie" in Italia dopo il 68. Io ho vissuto quegli anni dall'interno di quelle, almeno fino al 1974.

Dirai che ero troppo giovane, eppure il mio impegno in quella che allora chiamavo "politica" datava già dal 1966. A tredici anni, mentre la maggior parte dei miei coetanei giocava a nascondino, io fondavo con altri due giovani scriteriati, il Gruppo Giovanile Rivoluzionario "Che Guevara", e organizzavo riunioni nella mia soffitta sulla rivoluzione cubana.

Sta di fatto che all'ebbrezza del maggio francese, che ci aveva fatto credere di essere sulla soglia della tanto desiderata "rivoluzione proletaria", subentrò un riflusso.
La gran congerie degli ammazzasette extraparlamentari dapprima si frazionò sempre più minutamente, poi si riaggrumò, a grandi linee, in tre filoni principali:

Chi rientrò nel partito per trovarvi belli al caldo e insediati comodamente quelli che non ne erano mai usciti.

Chi decise che se il "proletariato" rinculava erano le avanguardie a dover dare l'esempio e prese le armi.

Altri più astuti decisero che questo esempio sarebbe stato più efficace se alla "rivoluzione armata" si fosse preferito il metodo di infiltrazione nello Stato. Questi furono soprattutto architetti e legulei. Così nacquero gli "urbanisti" e i "magistrati organizzati".

Il gruppo dei fautori dell'infiltrazione, più astutamente intraprendente degli altri due, fini per gestire ai propri fini anche gli altri.

Le P38 furono usate per estorcere ai governanti vili e molli, ormai consapevoli del proprio destino, leggi sempre più antirepubblicane e atte ad aumentare il potere ricattatorio dei sindacati e del partito che avevano deciso di cavalcare nella loro scalata al potere.

Gli appoggi nel partito vennero utili per scalare individualmente e in gruppo le libere professioni.

Il discorso è molto ampio e articolato. Se avrai la pazienza di leggerlo, lo troverai nella Nuova Strategia del Comitato di Salute Pubblica che pubblicheremo a Primavera.
Quel che mi preme ora è spiegare perché considero quei "magistrati" delinquenti persino peggiori degli amministratori corrotti che andavano a incriminare.

La figura del giudice, in Italia, era estremamente individuale e corporativa.
Questo significa, come ben sai, che nel sua ambito il Magistrato, giurando di servire la Repubblica, rispondeva solo a sé stesso e al suo Consiglio Superiore; oltre a Dio, naturalmente.

Tu dici che quei Magistrati erano vili e amanti del quieto vivere. Io preferisco pensare che fossero invece consapevoli del sistema pur corrotto che reggeva la Repubblica, ma si sentissero legati a difendere l'insieme in assenza di una migliore alternativa civile.

Per certo sappiamo oggi che alternativa civile non poteva essere considerato il Partito Comunista dell'epoca con i suoi feticci sovietici.
La legge del resto esplicitamente e giustamente li escludeva dalle categorie atte a determinare la politica dello Stato fin dall'articolo 98 della Costituzione. Erano i giudici di "mani legate", forse, ma ancora amministravano la Giustizia, se non ottimamente, con una certa etica ed efficacia pur all'interno di un sistema fatiscente.

In questa situazione sostanzialmente monocratica dei giudici, a seguito delle scelte infiltratorie dei nostri "avanguardisti", fece capolino una forma di associazionismo fazioso.
Quando più monocrati uniscono i loro sforzi, ogni altro singolo monocrate viene esautorato. Così in circa vent'anni i nostri ex-68ini infiltranti diventano padroni non già del proprio senso di giustizia ma della Magistratura come istituzione, validamente fiancheggiati dai loro accoliti che nello stesso lasso di tempo hanno scalato seggi parlamentari e posizioni nei grandi affari d'appalto oltre che nella "buona società".

Negli anni di scalata, alla vecchia idea di portare il "proletariato al potere" si è sostituito un più veritiero senso di arrivismo personale, e quando tutte la Potiemkin hanno sparato le loro salve sui molli "demo-socialisti", inizia la corsa personale alle poltrone ancora fumiganti.

Gli infiltrati in magistratura sono però in questo svantaggiati rispetto ai liberi professionisti e agli uomini di partito, e alla fine non gli resta che tentare il salto verso i partiti o mettersi a fare, con più o meno successo, i bounty killer freelance...

Non è l'immagine di magistrato che piaccia ai Veneziani.
_________________
Umberto Sartory
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Questo forum è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare gli argomenti.   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum -> OurVenice Tutti i fusi orari sono GMT - 1 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

This Forum already cracked by
The Polish Team"
on 21st of May 2005 with the loss of about 3000 messages