giu 052012
 

http://www.gazzettino.it/articolo.php?id=200269&sez=NORDEST#IDX

Il terremoto non ha fatto altro che evidenziare lo stato in cui si trovano i palazzi e le chiese di Venezia con i marmi, disgregati nelle vene di calcite dagli inquinanti solforici, in equilibrio precario e lo scuotimento del terremoto ha fatto cadere quel che era da tempo
in pericolo di caduta .
Mi sembra che i crolli li si voglia addossare invece proprio al terremoto invece
che agli inquinanti e all’incuria .

Andrea Baso

 Posted by on 5 giugno 2012 at 09:26